breaking news

La giornata mondiale delle api: occasione per riflettere sulla salute del nostro pianeta

La giornata mondiale delle api: occasione per riflettere sulla salute del nostro pianeta

20 Maggio 2020 | by Domenico Letizia
La giornata mondiale delle api: occasione per riflettere sulla salute del nostro pianeta
Attualità
0

Giunge l’appuntamento con la Terza Giornata mondiale delle api istituita dalle Nazioni Unite per celebrare il contributo delle api per la sicurezza alimentare, la nutrizione e lo sviluppo sostenibile, con una particolare attenzione al sostegno dei mezzi di sussistenza degli apicoltori durante l’emergenza sanitaria mondiale. In tutto il mondo, tre su quattro coltivazioni che producono frutti o semi per il consumo umano dipendono, almeno in parte, dalle api e da altri impollinatori. Negli ultimi anni si è discusso molto delle api poiché rappresentano un indicatore vivente della salute del nostro pianeta. Il numero delle api, a livello mondiale, sta diminuendo in modo allarmante, soprattutto a causa di pratiche agricole intensive, uso eccessivo di prodotti chimici per l’agricoltura e a causa delle elevate temperature dovute al cambiamento climatico. Il tema di quest’anno, “Bee Engaged” serve a far luce sulle buone pratiche adottate dagli apicoltori per tutelare i loro mezzi di sussistenza e fornire prodotti di buona qualità. Ritornare a sottolineare l’importanza delle conoscenze tradizionali relative all’apicoltura, all’uso di prodotti e servizi derivati dalle api e al ruolo delle api e degli apicoltori nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Secondo le Nazioni Unite, quasi il 35% di tutti gli impollinatori, in particolare api e farfalle, sono a rischio estinzione. Durante il periodo di lockdown, le api sono riuscite a riappropriarsi di luoghi, come parchi e prati dove la vegetazione è stata lasciata crescere. L’indotto economico che esse sono in grado di generare ha un valore compreso tra i 235 e i 577 miliardi di dollari e il calo della popolazione di insetti pronubi, tra cui le api, metterebbe a rischio la sicurezza alimentare e la nutrizione globale. Da molti anni si parla del declino di questi straordinari insetti che, secondo la FAO, sarebbero soggetti a livelli di estinzione molto preoccupanti. Oggi più che mai è importante difendere le api con azioni di tutela non più procrastinabili, a partire dall’eliminazione dei principi attivi nocivi come i neonicotinoidi, la diffusione dell’applicazione di criteri di produzione agro-ecologici orientati all’agricoltura biologica e l’adozione di un piano d’azione per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, oggi in fase di revisione, che sia orientato alla tutela della biodiversità. Il coronavirus deve far riflettere sull’importanza di ripensare il nostro impatto sull’ambiente e intraprendere innovazione e ricerca per un futuro sostenibile del nostro globo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com