breaking news

Ospedale San Pio, IOXBenevento: Ferrante come Pizzuti, subito incontro con il Prefetto

Ospedale San Pio, IOXBenevento: Ferrante come Pizzuti, subito incontro con il Prefetto

13 September 2019 | by Anna Liguori
Ospedale San Pio, IOXBenevento: Ferrante come Pizzuti, subito incontro con il Prefetto
Attualità
0

“Dopo circa un mese e mezzo dall’insediamento del nuovo Management dell’A.O. S. Pio, una settimana fa avevamo chiesto dei chiarimenti al fine di tranquillizzare un’utenza finora martoriata dai disagi provocati da un’organizzazione aziendale e sanitaria inefficiente e non corrispondente alle reali esigenze del nostro territorio. Ad oggi, in mancanza di risposte, di chiarimenti e di confronto, prendiamo atto che il nuovo Management probabilmente non intende cambiare modalità operativa rispetto ai predecessori e che, evidentemente, intende continuare ad imporre una linea politico-amministrativa che ha letteralmente e praticamente devastato la più importante Struttura Sanitaria del Sannio.

Per tali motivi, sentiamo il dovere e la responsabilità, di continuare a tutelare i nostri iscritti e tanti altri cittadini che afferiscono al Presidio Ospedaliero “G. Rummo” di Benevento per farsi curare, sperando e auspicando nella convergenza e nella collaborazione anche delle Autorità preposte, affinché non si consenta la minima perpetrazione di quanto avvenuto con la gestione Pizzuti.

La petizione popolare che l’Associazione IO X Benevento ha promosso nei mesi scorsi, raccogliendo circa quattromila firme, chiedeva tre azioni: la prima era la rimozione del Direttore Generale Renato Pizzuti che è avvenuta a scadenza di mandato, la seconda era la rimozione del Direttore Amministrativo Alberto Pagliafora che è avvenuta con le dimissioni “spontanee” prima della scadenza del mandato, e la terza, per noi molto importante, prevedeva l’erogazione di un fondo di ricerca a favore dell’Unisannio affinché dei tecnici specializzati in Management sanitario, potessero studiare tutte le criticità ed elaborare un progetto di risoluzione e di rilancio del nosocomio.

Quindi, per sedare la preoccupazione degli utenti, è necessario mettere da parte la presunzione e l’arroganza che nei mesi scorsi hanno caratterizzato la gestione dell’A.O. S. Pio ed avvalersi della collaborazione di docenti universitari, specializzati nella materia, che sicuramente risulterebbe utile professionalmente e trasferirebbe alla popolazione oggettivamente maggiore serenità. La soglia di tolleranza dei cittadini che hanno assistito a decessi ed hanno subito, palesemente, sulla loro pelle una atroce sofferenza causata da una gestione inefficiente, è ormai giunta al capolinea.

Il nostro territorio ha bisogno di certezze, di competenze specifiche e di investimenti per ripristinare le funzioni ed il ruolo di un Ospedale che fino a qualche anno fa rappresentava un punto di riferimento a livello nazionale per la qualità delle prestazioni sanitarie che erogava e non di subire una ulteriore esecuzione di imposizione politica. Abbiamo chiesto un incontro urgente con il Prefetto di Benevento al quale chiederemo di convocare un tavolo istituzionale con i vertici della Regione al fine di chiarire e di comprendere in che modo si intende risolvere le annose questioni che attanagliano l’A.O. S. Pio di Benevento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com