breaking news

Vicenda mensa, Cub e 5Stelle: Mastella si apra al dialogo

Vicenda mensa, Cub e 5Stelle: Mastella si apra al dialogo

10 Settembre 2016 | by Enzo Colarusso
Vicenda mensa, Cub e 5Stelle: Mastella si apra al dialogo
Attualità
0

BENEVENTO- Monta la polemica a Benevento circa la vulcanica questione legata alla mensa scolastica. Critiche al sindaco Mastella sono state sollevate dalla Cgil che accusa il Primo Cittadino di non volere accettare il sindacato come interlocutore in questa vicenda, ma nelle ultime ore nei confronti dell’atteggiamento di Mastella sono arrivate critiche anche dal CUB, l’altro sindacato che vanta propri iscritti tra i lavoratori della mensa.Marcelo Amendola

“Il sindaco Mastella sta gestendo malissimo la questione mensa creando ulteriori problemi gravi per le famiglie e i lavoratori”, scrive Marcelo Amendola, segretario nazionale del Cub. “Aveva promesso che avrebbe ristrutturato il centro di cottura comunale con la spesa di 500.000 mila euro per troncare i traffici affaristici delle ditte che vantano cucine proprie. Poi si è rimangiato l’impegno dicendo che non aveva soldi ma questa è una motivazione ridicola perché per questo servizio essenziale bisogna trovarli i finanziamenti come ha fatto per la recente festa. Poteva farlo con la delibera sulle periferie ma neppure tra le richieste di 18 milioni di finanziamenti per strani progetti è stata prevista la spesa per 5-600.000 euro per il centro di cottura del Comune. Ma i soldi per la mensa bisogna trovarli comunque perché se una delle ditte  che ha presentato ricorso al TAR che si discute il prossimo 2 novembre, dovesse avere ragione, il Comune dovrebbe affidargli il servizio per cinque anni con la spesa di 5 milioni di euro”. Amendola chiama all’unità i lavoratori, la qual cosa non è affatto scontata, e si augura che la Procura faccia chiarezza “sulle cose gravissime che sono accadute”. La questione va assumendo anche un rispvolto politico. Dopo le critiche mosse da Del Vecchio e Fausto Pepe ora è il Movimento 5 Stelle, attraverso Sguera e Farese, che solleva forti perplessità sull’operato del sindaco.”La giunta Mastella dimostra due limiti abbastanza evidenti”, dicono Nicola Sguera e Marianna Farese: “da una parte il farese- sgueradilettantismo, imputabile prima di tutto all’Assessore responsabile e poi al Dirigente che ha redatto il bando; dall’altra una pervicace volontà di autonomia nelle decisioni. Sulla vicenda mensa e su altre delicate questioni Mastella vorrebbe mostrare un decisionismo che rischia di essere foriero di disastri, come in questo caso. Ascoltare i soggetti qualificati, i comitati dei genitori, le associazioni, i sindacati, e consultare le altre forze politiche, attraverso le commissioni o lo strumento principe del Consiglio, non significa dare prova di debolezza ma mostrare che il bene comune viene prima della fazione che si rappresenta. La nostra proposta è che venga convocato ad horas un tavolo cui partecipino tutti i soggetti qualificati e interessati per trovare una soluzione che sia la migliore per la salute e la crescita sana dei nostri bambini, ricordando che, come forza politica, abbiamo già contribuito a richiedere la convocazione del Consiglio comunale”. Il M5S, intanto, e il Meetup “Grilli Sanniti” discuteranno della vicenda in sede a Via dei Mulini lunedì 12 alle ore 20,00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com