breaking news

Benevento| Siti dismessi, Provincia approva importo provvisorio 2019

Benevento| Siti dismessi, Provincia approva importo provvisorio 2019

19 April 2019 | by Enzo Colarusso
Benevento| Siti dismessi, Provincia approva importo provvisorio 2019
Attualità
0

Il Presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria ha approvato oggi pomeriggio una delibera che stabilisce per l’anno 2019 l’importo provvisorio del costo di gestione dei siti dismessi di discarica nel territorio sannita in € 1.545.649,08. La determinazione del Presidente è stata assunta a seguito della determinazione della Assemblea della Società Partecipata Samte s.r.l., tenutasi in precedenza. L’importo di Euro 1.545.649 è dovuto in particolare alla raccolta del percolato che viene prodotto comunque dalle discariche, ancorché dismesse, a suo tempo impiantate dalla Gestione Commissariale Rifiuti: sebbene, poi, alcuni dei siti dismessi siano sottoposti al regime di sequestro giudiziario per responsabilità non ascrivibili alla Provincia o alla Samte, restano in piedi comunque i relativi oneri gestionali. D’altra parte, lo stesso importo di 1,5 milioni di Euro è provvisorio in quanto si è in attesa di quantificare il “costo provvisorio di conferimento” del rifiuto indifferenziato allo STIR di Casalduni (interessato dal fuoco in alcune sue parti lo scorso mese di agosto): si conferma, tuttavia, in prima approssimazione per l’anno in corso lo stesso costo sostenuto per l’anno 2018 secondo quanto comunicato dalla società partecipata Samte. Nel provvedimento approvato oggi da Di Maria si dà atto che la Provincia, nel caso di impossibilità da parte della Samte ad effettuare il pagamento dei servizi di prelievo e smaltimento del percolato dei siti dismessi, anticiperà le risorse finanziarie necessarie per la durata di mesi 2 (due), con recupero delle stesse ad avvenuta riscossione degli importi posti a carico dei Comuni. Quest’ultima misura è stata delineata perché si tratta di interventi ricadenti comunque nella sfera di competenza della Provincia e sono peraltro indispensabili per evitare disastri ambientali e conseguenze sia di natura economico-finanziarie sia di carattere penale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *