breaking news

Saviano in quarantena dopo i funerali del sindaco Sommese: un’altra zona rossa a poca distanza da Lauro

Saviano in quarantena dopo i funerali del sindaco Sommese: un’altra zona rossa a poca distanza da Lauro

19 Aprile 2020 | by Redazione Av
Saviano in quarantena dopo i funerali del sindaco Sommese: un’altra zona rossa a poca distanza da Lauro
Attualità
0
Condividi
Scatta la quarantena a Saviano, comune a ridosso tra il Mandamento Baianese e il Vallo di Lauro. Alla base della decisione del governatore De Luca la spontanea testimonianza d’affetto mostrata ieri per il sindaco Carmine Sommese, deceduto venerdì al Moscati di Avellino dove era ricoverato da circa un mese per coronavirus, con centinaia di persone che hanno atteso l’arrivo della bara. Un comportamento fuori da ogni regola e misura anticovid, costato caro alla comunità locale che ha dato vita ad un funerale in piena regola per il primo cittadino, primario di Chirurgia all’ospedale di Nola, che lavorava anche presso la clinica Villa Maria di Baiano, comune dove viveva da anni ed era anche lì ben voluto. Del resto, il passaggio del carro funebre sulla via Nazionale è stato innanzitutto salutato con rispetto da diversi sindaci irpini, con tanto di fascia tricolore, proprio del Mandamento e del Vallo.
Ma dopo le dichiarazioni di ieri mattina di De Luca e lo scambio di opinioni con il prefetto di Napoli, la riunione notturna della task force regionale ha valutato la situazione del Comune di Saviano ed è arrivata la decisione sulla messa in quarantena.
“E’ stata una decisione inevitabile – ha dichiarato il governatore – per impedire il sorgere di un focolaio di contagio a tutela della salute dei cittadini di Saviano, di quella dei Comuni vicini, e di un intero territorio densamente abitato. E’ stato anche un atto di rispetto per la figura di un grande medico e della sua famiglia, che avrebbe per primo sollecitato comportamenti responsabili. Una decisione che rende merito al sacrificio compiuto da tanti cittadini che hanno rispettato le regole e che ripristina la dignità e onora l’impegno civile di tutta la nostra comunità”.
Intanto, l’evidente violazione delle disposizioni di legge ha avviato un’attività d’indagine dell’Arma dei carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com