breaking news

De Luca: “Il 12 gennaio esercitazione generale vaccini in tutta la Campania”. Novità sulla mobilità durante le feste

De Luca: “Il 12 gennaio esercitazione generale vaccini in tutta la Campania”. Novità sulla mobilità durante le feste

18 Dicembre 2020 | by redazione Labtv
De Luca: “Il 12 gennaio esercitazione generale vaccini in tutta la Campania”. Novità sulla mobilità durante le feste
Attualità
0

“Il 12 gennaio abbiamo fissato una sorta di esercitazione generale in tutta la Campania” per la  somministrazione del vaccino anti Covid. Lo ha annunciato il  presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso di una  diretta Facebook. “Il 12 mattina – ha spiegato De Luca – dovrà essere pronto tutto: gli  spazi, i medici, la task force che seguirà le vaccinazioni nelle Rsa,  la copertura in tutti i territori. Quindi dalla mattina del 12 gennaio andremo in giro per la Campania per verificare che tutto sia in  ordine. Dobbiamo lavorare alla tedesca, dev’essere un’operazione quasi militare, dobbiamo essere pronti in tutto. Dev’essere una macchina  perfetta e stiamo lavorando in queste ore per avere questo risultato”. Il 27 dicembre  invece, ha aggiunto De Luca, “cercheremo anche noi di  avere vaccinazioni simboliche in tutte le province della Campania o  nelle principali realtà. Se – ha sottolineato – ci fanno la grazia di  mandarci i vaccini”.

Non ci sarà la mobilità per i comuni  sotto i 5mila abitanti, faremo un’ordinanza che lo vieta. Faremo credo anche questo fine settimana qualche ordinanza per bloccare la vendita di alcolici e per  bloccare il consumo di alcolici e di qualunque altro genere di consumo in pubblico”, ha aggiunto De Luca.

Sulla riapertura delle scuole “noi in  Campania seguiremo la nostra linea: massimo rigore per poter aprire  tutti, ma per sempre, non fare finta di aprire per tre giorni e poi  prolungare l’epidemia per altri tre mesi. In Italia – ha aggiunto DE LUCA – abbiamo l’abitudine di discutere di scuole a prescindere dai dati epidemiologici. Si apre il 7 gennaio?  Qualcuno ci dice quale sarà situazione, qualcuno sa garantirci che  avremo la copertura degli organici, che avremo migliorato la  situazione del trasporto? Però continuiamo a ripetere la litania in  base alla quale prima si fissa la data di apertura, poi si fa la  verifica della situazione epidemiologica, con il risultato che 9 volte su 10 le previsioni vengono smentite dalla realtà”.

E’ chiaro che quest’anno non avremo né  Natale né Capodanno, saranno giornate di sofferenza. So che la tentazione di avere una cena con tutti i parenti o un  pranzo di Natale è forte  ma dobbiamo essere  responsabili. Dobbiamo capire che, per un momento anche di calore  familiare e umano comprensibile, noi rischiamo, se moltiplichiamo per  milioni queste situazioni, di far ripartire il contagio a metà  gennaio, di complicare la stagione della vaccinazione anti Covid, di  complicarla ancora di più con l’anno scolastico che si apre e con il  picco dell’epidemia influenzale. Dobbiamo essere consapevoli di questi problemi e quindi responsabili”. L’invito lanciato da DE LUCA è quindi a “farci gli auguri al telefono. Facciamo qualche videochiamata, i nostri ragazzi sono bravi a farlo.  Salutiamoci anche da lontano, avremo poi tempo per incontrarci e  vivere momenti più intensi di calore familiare. Oggi no, oggi manteniamoci con i familiari residenti a vivere questi momenti di  festa”, ha concluso De Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com