breaking news

Avellino| Smantellato il “nuovo clan Partenio”. Indagati anche un avvocato e un politico locali

Avellino| Smantellato il “nuovo clan Partenio”. Indagati anche un avvocato e un politico locali

14 Ottobre 2019 | by Redazione Av
Avellino| Smantellato il “nuovo clan Partenio”. Indagati anche un avvocato e un politico locali
Cronaca
0

Maxi operazione della Dda di Napoli tra Avellino e la provincia irpina: 23 gli arresti già eseguiti, 17 gli avvisi di garanzia spiccati e numerose le perquisizioni a carico di altri indagati. Il blitz è scattato all’alba di questa mattina. Impegnati 250 carabinieri tra militari del Cio e quelli del comando provinciale. I reati ipotizzati dalla magistratura antimafia sono di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura, estorsione e detenzione di armi.

L’operazione, convenzionalmente denominata “partenio 2.0”, ha consentito, dopo alcuni allarmanti episodi che si sono recentemente verificati, di disarticolare il “nuovo clan partenio”, che controllava le attività illecite nella città di avellino e in altri comuni della provincia irpina: Mercogliano, Monteforte, Serino, Montella, Bagnoli Irpino, Cassano Irpino, Chiusano, Montemiletto, Pratola Serra, Altavilla Irpina. 

Nell’ambito della stessa operazione sono tuttora in corso ulteriori molteplici perquisizioni nei confronti di altri indagati, costituenti il braccio economico e finanziario del gruppo camorristico e destinatari di decreto di sequestro preventivo e probatorio della Dda di Napoli, per i reati loro contestati di associazione per delinquere di tipo mafioso, scambio elettorale politico mafioso, turbata libertà degli incanti, trasferimento fraudolento di valori e riciclaggio.

I carabinieri di Avellino e i militari della guardia di finanza di Napoli, stanno passando a setaccio abitazioni, uffici, società, ditte ed aziende, ricollegabili anche indirettamente, al gruppo delinquenziale. Tra gli obiettivi degli inquirenti anche un ristorante situato all’incrocio tra Rione Aversa e via Morelli e Silvati, lo studio di un noto avvocato di via Campane e quello di un politico locale. Sull’identità di questi ultimi, però, vige ancora il più stretto riserbo.

Ecco alcune delle persone coinvolte a vario titolo nell’operazione:

Franco Ambrosone, 56 anni di Monteforte

Ferdinandio Bianco, 45 anni di Monteforte

Pasquale Nando Bianco, 47 anni di Monteforte

Diego Bocciero, 31 anni di Mercogliano,

Giuliana Brogna, 41 di Montemiletto

Filippo Chiauzzi, 42 anni di Avellino

Pellegrino Cucciniello, 56 anni di Avellino

Martino De Fazio, 63 anni di Monteforte

Carlo Dello Russo (detto Carletto’e Mercogliano), 42 anni di Mercogliano

Luigi De Simone, 35 anni di Montella

Giuseppe Durante, 40 anni di Avellino

Nicola Galdieri, 44 anni di Mercogliano

Pasquale Galdieri (detto ‘o milord) 45 anni di Mercogliano

Elpidio Galluccio, 30 anni di Avellino

Angelo Genito, 51 anni di Montemiletto

Antonio Matarazzo, 30 anni di Mercogliano,

Giuseppe Moscariello, 29 anni di Montella

Ernesto Nigro (detto Ciambone) 41 anni di Bagnoli

Giuseppina Nigro, 37 anni di Bagnoli

Ludovico Nittolo, 52 anni di Avellino

Mario Rosania, (detto Rambo) 46 anni di Cassano Irpino

Antonio Taccone, 26 anni di Mercogliano

Carmine Valente (detto Caramella) 49 anni di Mercogliano

Giovanni Volpe, 32 anni di Montella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com