breaking news

Venticano| Zes, De Luca firma il protocollo: la sfida è creare occupazione sul territorio

Venticano| Zes, De Luca firma il protocollo: la sfida è creare occupazione sul territorio

6 September 2019 | by Redazione Av
Venticano| Zes, De Luca firma il protocollo: la sfida è creare occupazione sul territorio
Economia
0

(alca) – Zone Economiche Speciali, firmato il “Protocollo d’intesa per lo Sviluppo tra Regione Campania, Consorzio Asi della Provincia di Avellino e i Comuni della provincia”. Nel suggestivo scenario della Cavea teatrale di Venticano la sottoscrizione da parte del governatore Vincenzo De Luca, il presidente dell’Asi Vincenzo Sirignano, l’assessore regionale alle Attività Produttive Antonio Marchiello e i rappresentanti dei 40 comuni aderenti all’accordo economico: 39 sindaci più il commissario prefettizio di Luogosano. Presenti autorità civili, politiche e delle forze dell’ordine, tra queste il prefetto Maria Tirone, il presidente della Provincia, Domenico Biancardi e quello del consiglio regionale, Rosetta D’Amelio.

Ad introdurre gli interventi che hanno preceduto la storica firma, il sindaco di Venticano, Luigi De Nisco, visibilmente emozionato, che ha parlato di motivo di orgoglio per un’intesa che punta a dare una svolta all’economia del territorio e in particolare delle aree industriali di Pianodardine e della Valle del Sabato, dell’Ufita e del Calaggio, oltre che dell’Alta Irpinia.

Del resto, il protocollo mette tra le azioni prioritarie proprio il rilancio degli agglomerati industriali del Consorzio Asi di Avellino e le aree di insediamento produttivo nei Comuni della provincia confinanti con la Zes Campania, anche se non inclusi nella stessa. Anche questi, infatti, potranno trarre vantaggio dalla semplificazione degli iter burocratici per accelerare la realizzazione dei progetti e, quindi, incentivare gli investimenti degli imprenditori interessati ai quali sarà garantita un’assistenza tecnico-operativa per tutta la durata del percorso.

La Regione Campania è la prima d’Italia a concretizzare questa misura di sostegno. Che catalizza risorse comunitarie come Fers e Fse e nazionali quali il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. L’obiettivo è attrarre grandi investimenti, sia di tipo industriale che logistico, incrementando produttività e, di conseguenza, occupazione.

Questi gli aspetti sottolineati con forza proprio dal governatore De Luca nel suo discorso: “Abbiamo davanti una grande sfida, dobbiamo solo avere capacità di pianificare progetti e investimenti per creare nuove opportunità di lavoro. Qui in Irpinia ci sono opportunità straordinarie, di cui neanche ci rendiamo conto. Ci sono aziende di software all’avanguardia, meccanica di precisione e alimentare – dice riferendosi rispettivamente ad Acca Software, Htt e Ciarcia – Aziende familiari che sono cresciute con il passare del tempo. Ora per garantire il decollo delle aree interne dobbiamo lavorare sulle infrastrutture, potenziando il sistema aeroportuale e completando le reti ferroviarie, senza dimenticare gli assi viari”.

Non manca qualche battuta sul governo Conte-bis: “Si sta aprendo una nuova stagione o, almeno, lo spero. Dobbiamo ridare all’Italia un clima di serenità. Non si può cambiare la realtà con un tweet o con le balle sui social, spero che questi 14 mesi di governo gialloverde ci abbiano insegnato qualcosa”. E sul rapporto con i 5 Stelle, dribblando la domanda su una possibile alleanza anche alle regionali in Campania, arriva qualche stoccata: “L’Italia non si governa sui social, mi auguro che venga coltivata la cultura del lavoro. Nell’Esecutivo che si è appena sciolto, avevo trovato alcuni sottosegretari seri e competenti come Giorgetti e Garavaglia, a dispetto di tanti altri”.

Infine, una battuta sul Piano Lavoro e sulla Sanità: “Vogliamo dare occupazione stabile e non assistenza, i navigator non sono altro che co.co.co. senza garanzie. Sulla Sanità, poi, abbiamo raggiunto gli obiettivi che consentono alla Regione Campania di uscire dal commissariamento, non chiediamo favori a nessuno”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *