breaking news

Giunta, Mastella: cabina di regia affidata a Parente

Giunta, Mastella: cabina di regia affidata a Parente

22 Ottobre 2021 | by Enzo Colarusso
Giunta, Mastella: cabina di regia affidata a Parente
Politica
0
Condividi

Mastella, come annunciato, vola in Liguria per un meritato relax dopo 5 mesi di quasi completa apnea e specialmemnte dopo il grande spavento del ballottaggio. Vince e si dedica alla famiglia ma sulla strada del rientro, prima di porre il sigillo sulla composizione del puzzle per il quale ha reso plenipotenziario l’unico di cui si fidi per davvero e cioè Renato Parente, dovrebbe incontrare a Perugia anche Gaetano Quagliariello per mettere un tassello in più a quell’idea di Grande Centro che poi definirà meglio nel nome. Quello che è certo è che in questo momento Mastella mette da parte i panni del viandante e si dedica alla costruzione della sua creatura. Non ha bisogno del sostegno a destra o a sinistra, non ha ostacoli davanti a se, come ha detto a Rosso e Nero Rosetta De Stasio. Fida sul modello maggioritario della legge elettorale e nel frattempo tesse la tela. Tornando alle cose beneventane, assodato che De Pierro sarà con molta probabilità Vicesindaco, il Primo Cittadino non ha alcuna intenzione di venir meno ai patti con chi gli ha garantito nella passata consiliatura il giusto apporto quando la sua maggioranza vacillava. Ed ecco allora che anche per Raffaele Del Vecchio potrebbe aprirsi la strada per qualche partecipata. Gesesa, per esempio, dove ora “regna” l’avvocato di Mastella Domenico Russo proposto proprio dal tandem Del Vecchio-De Pierro. Vi potrebbe essere l’avvicendamento ma non subito. Il toto giunta. Rumors abbastanza corposi danno per riconfermata la Serluca alle Finanze, di mezzo c’è anche l’asse politico col di lei marito Guerino Gazzella, Gigi Ambrosone e Mario Pasquariello sui quali non è pensabile una non riconferma; in questo caso le deleghe sono tutte da interpetare anche se Pasquariello ci terrebbe a rimanere al suo posto. Ambrosone sarebbe anche coinvolto nella task force di Parente per la gestione del passaggio politico. Molly Chiusolo apre la schiera delle new entry e con lei potrebbe debuttare in giunta anche Mara Franzese, largamente sponsorizzata da Sandra Lonardo.  Chi potrebbe, in forza dei numeri, aspirare a far parte del  governo cittadino è Alessandro Rosa che però non gode di molte simpatie agli occhi della senatrice ed anche perchè  la sua imbarcata potrebbe permetrtere il rientro di Oberdan Picucci e questo non è  visto con occhio benevolo dai Ceppalonici; vuoi vedere che anche il medico non rientri in quella accezione di cui Mastella produsse il copyright al tempo delle dimissioni? Un posto sicuro lo ha la recordwoman di consensi Carmen Coppola. Ora è da stabilire se da assessore o addirittura da presidente del  Consiglio comunale ma qui ci sono le giuste velleità anche di Gigi Scarinzi che pure è  uscito corroborato numericamente dalla tenzone elettorale. Insomma, Mastella ha lasciato a Parente una sarabanda di responsabilità cui dovrebbe dare il suo assenso al rientro alla base. E quindi c’è attesa, tutti aspettano ma non si sbilanciano pronti a farlo, magari, se quanto ricevuto non dovesse essere pari a quanto è nelle loro aspettative. Su tutti pende il monito di Mastella per un patto di consiliatura che regga almeno fino al 2023. Poi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com