breaking news

Airola| Maltese: sette quesiti ad una Amministrazione imbarazzante

Airola| Maltese: sette quesiti ad una Amministrazione imbarazzante

14 Maggio 2022 | by Enzo Colarusso
Airola| Maltese: sette quesiti ad una Amministrazione imbarazzante
Politica
0
Condividi

Il Sindaco, il 22.4.22, in Consiglio Comunale, ha informato la cittadinanza che l’inizio dei lavori di abbattimento della Scuola Vanvitelli avverrà l’8.6.22, tranquillizzando principalmente il Vice Sindaco, l’Assessore all’Istruzione ed altre cariche politiche nazionali, inizialmente irremovibili dalla data del 2.5.22. L’allarme procurato all’intera popolazione scolastica coinvolta dagli interventi a farsi, nonché ai genitori frastornati e al comparto amministrativo dell’Istituto scolastico è stato superato solo grazie al buon senso del Sindaco, sino a quel momento messo in un angolo da chi pretendeva di applicare la legge del più forte e della protervia in luogo della collaborazione e della condivisione. Duole però constatare che l’allarme persiste e che la celerità adottata per l’appalto dei lavori e degli incarichi tecnici, assegnati già prima delle elezioni amministrative dell’ottobre 2021, ha ceduto il passo alla stasi amministrativa. La ricollocazione dei ragazzi è ancora IGNOTA, nonostante l’impegno scandito solennemente nel Consiglio Comunale dello scorso aprile di darne informazione entro una settimana da quella data. Vigileremo affinché nessun disagio possa ricadere sulla scuola e sui cittadini con doppi turni, orari pomeridiani, smembramento della struttura scolastica e sistemazioni di fortuna. Da chi continua a mostrare indifferenza rispetto alle sorti logistiche di una popolazione scolastica già ampiamente provata dalla pandemia, impossibile attendersi attenzione e buon governo. Una gestione cieca, prepotente e disordinata la cui sintesi amara e perfetta è la ferita inferta al sagrato della nostra bellissima Chiesa dell’Annunziata, una ferita al nostro tessuto urbano che colpisce uno dei simboli di Airola e dell’intera Valle Caudina, la cui guarigione appare drammaticamente lontana. Perché i lavori di risanamento idrogeologico dei Valloni di San Donato sono fermi al palo? Perché l’Isola Ecologica, realizzata nel 2015, è a tutt’oggi inutilizzata? A quali controversie giudiziarie si deve il blocco imposto ai lavori per il collettore fognario di Via
Parata? Che ne sarà dei lavori avviati all’esito del Project Financing sulla pubblica illuminazione, una procedura iniziata male e finita peggio, in grado di trascinare la Comunità di Airola in un incubo giudiziario che rallenterà l’ammodernamento della rete di luci urbane? Il Comune sta vigilando affinché i monitoraggi ambientali assicurati dai competenti Organi successivamente al rogo dell’ottobre scorso vengano puntualmente realizzati e perché mai alla popolazione tutta non ne viene data comunicazione degli esiti? Cari cittadini ci fermiamo solo perché avvertiamo imbarazzo per questa Amministrazione cui è bastato pochissimo tempo per dimostrare tutta la Sua inadeguatezza ed impreparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *