breaking news

Avellino, Capuano ribadisce: “Non vogliamo essere la vittima sacrificale”

Avellino, Capuano ribadisce: “Non vogliamo essere la vittima sacrificale”

15 Giugno 2020 | by Alberto Tranfa

“Nessuno pensava a inizio stagione che l’Avellino potesse disputare i playoff, un miracolo sportivo che ha la firma di Salvatore Di Somma, che ha sempre tenuto in piedi la baracca. Non vogliamo essere la vittima sacrificale”. Torna a parlare il tecnico dell’Avellino Ezio Capuano e lo fa ai microfoni del network toscano  Radio Sportiva. Lo ha fatto nel giorno del primo allenamento collettivo, rigorosamente a porte chiuse, dei bianco-verdi. Il mirino, come è ormai noto, è puntato sulla gara del 1 luglio, giorno nel quale partiranno i play-off di girone. I lupi non conoscono ancora l’avversario e non lo conosceranno solo quattro giorni prima di scendere in campo: è in programma il 27 giugno la finale di Coppa Italia tra Juventus Under 23 e Ternana. In caso di vittoria dei bianco-neri saranno gli umbri ad affrontare l’Avellino altrimenti la compagine irpina affronterà, sempre  in trasferta, il Catanzaro. Poco più di due settimane, dunque, per preparare un match da dentro o fuori e dove oltre l’aspetto tecnico e atletico saranno determinanti le motivazioni. Prima però ci sono da sciogliere  i dubbi sui tre calciatori posti in isolamento dopo le “anomalie” riscontrate nei test sierologici. Il doppio ciclo di tamponi, ad ogni modo, aveva dato esito negativo per l’intero entourage. Intanto arriva direttamente dagli Stati Uniti un messaggio speciale per Avellino e i lupi. Il volto è quello di James Van Der Beek, ma conosciuto da tutti come Dawson Leery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com