breaking news

Produzione di miele in calo.Coldiretti: colpa dei cambiamenti climatici

Produzione di miele in calo.Coldiretti: colpa dei cambiamenti climatici

22 May 2018 | by Maresa Calzone
Produzione di miele in calo.Coldiretti: colpa dei cambiamenti climatici
Attualità
1

Gli sbalzi termici, il caldo che  supera le temperature attese in primavera e poi la repentina discesa della colonnina di mercurio, influiscono negativamente sulla vita delle api che restano negli alveari e dimezzano la produzione di miele. A lanciare l’allarme è la  Coldiretti, che punta il dito proprio sugli effetti climatici, le tempeste e poi il caldo eccessivo  ostacolano il lavoro delle api in occasione delle principali fioriture, il maltempo ha compromesso molte fioriture e le api non hanno la possibilità di raccogliere il nettare. La sofferenza  delle api è un indicatore dei cambiamenti climatici a cui bisogna prestare attenzione, sottolinea Coldiretti.  La conseguenza è un balzo dell’import del miele: oltre 23 milioni di chili nel 2017, 3 milioni di chili in arrivo dalla Cina ai vertici per l’insicurezza alimentare, segnala Coldiretti.

In Campania, Benevento e Avellino si attestano ad un buon livello per quanto riguarda la produzione di miele, sono infatti molte le aziende sannite e irpine che producono miele di alta qualità dal “Millefiori” Miele di acacia,castagno. Aziende che vanno comunque sostenute con progetti dedicati come afferma il Presidente Coldiretti Campania Gennarino Masiello.

One Comment

  1. Pingback: Che mondo sarebbe senza le api? Il piccolo insetto sempre più a rischio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com