breaking news

Avellino| Commissioni e piano di rientro, doppio consiglio per evitare il dissesto

Avellino| Commissioni e piano di rientro, doppio consiglio per evitare il dissesto

13 August 2019 | by Redazione Av
Avellino| Commissioni e piano di rientro, doppio consiglio per evitare il dissesto
Attualità
0

Se il consiglio comunale di Avellino è chiamato a fare gli straordinari, la maggioranza del sindaco Gianluca Festa è certamente attesa da una prova di compattezza e tenuta. Arrivano in aula, infatti, la composizione delle commissioni consiliari e, insieme agli equilibri di bilancio, l’atteso piano di rientro legato al pre-dissesto. Le date sono state fissate dalla conferenza dei capigruppo.

L’assise si riunirà subito dopo Ferragosto per la nomina dei componenti dei 7 organismi consultivi che hanno il compito di esaminare ed esprimere pareri sulle materie di competenza prima che le stesse diventino ordine del giorno in aula. Per le commissioni, dunque, l’appuntamento è per venerdì 16 agosto alle ore 15 in prima convocazione e il giorno seguente alle ore 9 in seconda. In assemblea si arriverà con uno schema di massima già stabilito e che prevede già tre consiglieri di maggioranza e due di opposizione per ogni organismo ma c’è ancora da superare lo scoglio della presidenza per la Commissione Bilancio. Questa, come da prassi, è affidata alla minoranza, come pure quella sulla Trasparenza. Ma se per quest’ultima non dovrebbero sorgere problemi successivamente all’individuazione dei suoi componenti, con la scelta tra Carmine Montanile ed Ettore Iacovacci, in quella che si occupa dei conti del Comune, Dino Preziosi, presidente designato, rispetto all’altro membro di opposizione Amalio Santoro, non ha fatto mistero di non gradire il ruolo. Un ostacolo per il prosieguo dell’attività dell’organismo consultivo, anche se l’organizzazione interna e, quindi, vertice e vice saranno decisi autonomamente dai soli 5 componenti.

Su equilibri di bilancio e pre-dissesto, invece, il doppio appuntamento è fissato al 21 agosto ore 15 in prima convocazione e il giorno successivo, alle 8.30, in seconda. L’approvazione del piano di rientro, fissata per legge entro il 23, arriva, dunque, proprio al fotofinish ed è una prova che la maggioranza non può sbagliare. Se lo schema economico-finanziario predisposto dall’assessore al ramo Vincenzo Cuzzola e dal ragioniere capo Gianluigi Marotta, non dovesse passare, infatti, il Comune andrebbe automaticamente in dissesto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *