breaking news

Benevento| Zona gialla, il comandante Bosco: “Non si tratta di un rompete le righe”

Benevento| Zona gialla, il comandante Bosco: “Non si tratta di un rompete le righe”

29 Aprile 2021 | by redazione Labtv
Benevento| Zona gialla, il comandante Bosco: “Non si tratta di un rompete le righe”
Attualità
0

Da lunedì 26 aprile la Campania è in zona gialla. La Polizia Muncipale di Benevento con una nota stampa ricorda quali sono le disposizioni in vigore
Non si tratta di un generale rompete le riga –
dichiara il comandante Fioravante Bosco – ma semplicemente delle prime aperture per permettere la ripresa delle attività economiche e produttive. Ogni abuso della fiducia che è stata accordata da parte del Governo – conclude Bosco – sarà punita come per legge, poiché unitamente alle altre forze dell’ordine, in Città continueranno, senza sosta, i dovuti controlli”.

Con il “decreto riaperture”, in Campania
(ora zona gialla), dal 26/04/2021 si applicano le misure seguenti:

SPOSTAMENTI TRA REGIONI GIALLE E BIANCHE

Dal 26 aprile 2021 tornano le zone gialle e sono consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome che si collocano nelle zone bianca e gialla.

SPOSTAMENTI REGIONI ARANCIONI E ROSSE: IL CERTIFICATO VERDE

Gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti delle certificazioni verdi.

Le certificazioni verdi Covid-19 attestano:

1. avvenuta vaccinazione anti-Sars-CoV-2, con validità 6 mesi;

2. avvenuta guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2, con validità 6 mesi;

3. effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARS-CoV-2, con validità 48 ore.

DIVIETO DI CIRCOLAZIONE

È confermato il c.d. coprifuoco dalle ore 22,00 alle ore 5,00 del giorno successivo.

VISITE AD AMICI E PARENTI

Dal 1° maggio al 15 giugno 2021, nella zona gialla e, in ambito comunale, nella zona arancione, è consentito spostarsi verso un’abitazione privata, una volta al giorno, tra le ore 5,00 e le ore 22,00, nel limite di quattro persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minorenni e alle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi. Visite a casa vietate in zona rossa.

SCUOLA E UNIVERSITA’

Dal 26 aprile 2021 in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia, della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, e della scuola secondaria di secondo grado almeno per il 50% degli studenti.

Sindaci e regioni possono intervenire solo in caso di emergenza.

Le scuole superiori possono adottare forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica:

in zona rossa scuole superiori in presenza almeno al 50% e fino a un massimo del 75% degli studenti;
in zona gialla e arancione scuole superiori in presenza almeno al 60% e fino al 100% degli studenti.

UNIVERSITA’

Esami e sessioni di laurea in presenza sull’intero territorio nazionale, salvo diversa valutazione delle università.

Dal 26 aprile 2021 e fino al 31 luglio 2021, nelle zone gialla e arancione, le attività didattiche e curriculari delle università sono svolte prioritariamente in presenza; nella zona rossa si p prevedere lo svolgimento in presenza delle attività formative del primo anno dei corsi di studio o di quelle rivolte a classi con ridotto numero di studenti.

SERVIZI RISTORAZIONE

Dal 26 aprile 2021, in zona gialla, ristoranti e bar all’aperto aperti a pranzo e cena fino alle 22,00. Nessun limite di orario per i clienti dei ristoranti di alberghi e altre strutture ricettive.

Dal 1 giugno 2021, in zona gialla, ristoranti aperti anche al chiuso con consumo al tavolo dalle ore 5,00 e fino alle ore 18,00.

Restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali, negli aeroporti, nei porti e negli interporti.

Ricapitolando, dal 26 aprile 2021, nelle zone gialle:

1. tutti gli esercizi (indipendentemente dal codice Ateco) possono servire ai tavoli, dalle ore 5,00 alle ore 22,00, purchè siano all’aperto. Al tavolo possono sedere al massimo 4 persone, salvo che siano tutti conviventi. E’ vietato il consumo in piedi sia all’interno che all’esterno del locale;
2. in tutti gli esercizi (indipendentemente dal codice Ateco) è vietato il consumo al banco;
3. tutti gli esercizi possono svolgere attività di asporto fino alle ore 22,00, a eccezione per quelli che hanno come attività prevalente il codice Ateco 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina), che invece devono terminare l’asporto alle ore 18,00, mentre possono continuare il servizio ai tavoli all’esterno fino alle ore 22,00.

SPETTACOLI APERTI AL PUBBLICO

Dal 26 aprile 2021, in zona gialla, cinema e teatri al 50% e fino a 1.000 spettatori all’aperto e 500 al chiuso. Posti a sedere preassegnati, biglietti acquistati online, distanza di 1 metro, a meno che non si conviva, e uso di mascherine.

Dal 1° giugno 2021, in zona gialla, allo stadio al 25% e non più di 1.000 spettatori all’aperto e 500 al chiuso. Per eventi particolari l’accesso potrà essere riservato a chi è in possesso del green pass.

PISCINE, PALESTRE E SPORT DI SQUADRA

Nelle zone gialle:

dal 26 aprile 2021 consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. È interdetto l’uso di spogliatoi.
dal 15 maggio 2021 consentite le attività delle piscine all’aperto. Le piscine saranno divise in corsie con uno spazio di 10 metri quadrati riservato a ciascun bagnante.
dal 1° giugno 2021 consentite le attività di palestre con il rispetto di una distanza fisica di due metri tra un atleta e l’altro.

ATTIVITA’ COMMERCIALI, FIERE, CONVEGNI E CONGRESSI

Nelle zone gialle:

tutto immutato; nei giorni festivi e prefestivi le attività degli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture assimilabili restano chiuse, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti di vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici (compreso erboristerie), tabacchi, edicole e librerie;
dal 1° luglio 2021 riaprono le fiere;
dal 1° luglio 2021 sono consentiti i convegni e i congressi.

CENTRI TERMALI E PARCHI TEMATICI DI DIVERTIMENTO

Dal 1° luglio 2021 sono consentite in zona gialla le attività dei centri termali e le attività dei parchi tematici e di divertimento, sempre nel rispetto dei protocolli e linee guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com