breaking news

Amoriello ringrazia per la clausola sociale

Amoriello ringrazia per la clausola sociale

12 Aprile 2016 | by redazione Labtv
Amoriello ringrazia per la clausola sociale
Politica
0

 

Al via il bando per la gestione del verde pubblico. Già, una vicnenda che ha fatto discutere e non poco il sindaco, con tutta l’amministrazione e le parti sociali. A riguardo fi convocata anche una conferenza stampa che si trasformò, praticamente, in un tavolo di concertazione. In tutto questo anche la cittadinanza non è stata a guardare e proprio un cittadino, Franco Amoriello, ex lavoratore dell’azienda affidataria precedente, ha iniziato uno sciopero della fame durato circa 20 giorni. L’abbiamo raggiunto: «Ci sono voluti 21 giorni di sciopero della fame, ma alla fine io e gli altri lavoratori abbiamo raggiunto l’obiettivo, tanto che oggi leggiamo che è stato fatto un bando con la famosa clausola per la quale abbiamo combattuto. Inoltre «un ringraziamento in particolare va a tutte le persone che mi sono state vicino in quel momento drammatico, poi ai giornalisti, ai sindacati Cgil, in particolare Mimmo Giuliano che è stato tanto vicino alla vicenda, alla sensibilità dell’amministrazione. Al sindaco Tangredi, il vice sindaco Caterina Lengua e il gruppo di opposizione che ha portato al centro una vicenda importante come la manutenzione del verde pubblico, fondamentale per due padri di famiglia con figli». «Proprio per questo – continua – penso che su tali questioni non debba esserci nessun colore politico specie in questo momento di piena crisi». «Grazie e che vada a buon fine l’appalto».

La vicenda oggetto di discussione e di forte scontro è stata l’inserimento della clausola di salvaguardia sociale che presuppone l’obbligatorietà di assunzione dei lavoratori precedentemente impiegati nell’azienda precedente. A Cervinara ce ne sono due. Dall’altra parte, però, l’amministrazione comunale ed in particolare il sindaco Filuccio Tangredi e la vicesindaco Caterina Lengua erano contrari a tale causa perché «sostenitori della libertà d’impresa ed economica» ed hanno garantito la «piena volontà dell’amministrazione ad impegnarsi per i lavoratori precedentemente impiegati qualora la ditta aggiudicatrice dovesse rinnovare l’organico». Tale forma è stata apostrofata come “clausola di stile”. Ed infatti il bando, che prevede una gestione del verde pubblico di sei mesi per un ammontare di 19mila euro, recita che “le ditte partecipanti nella fase di reclutamento del personale necessario ad eseguire le prestazioni, assumono formale impegno, in caso di aggiudicazione, ad assorbire prioritariamente i dipendenti della precedente ditta affidataria (n. 2 dipendenti)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com