breaking news

Benevento| Crisi di governo, Mastella al mondo: “fonderò il partito dei Responsabili, nessuno potrà fare a meno di noi”

Benevento| Crisi di governo, Mastella al mondo: “fonderò il partito dei Responsabili, nessuno potrà fare a meno di noi”

13 Gennaio 2021 | by Enzo Colarusso
Benevento| Crisi di governo, Mastella al mondo: “fonderò il partito dei Responsabili, nessuno potrà fare a meno di noi”
Politica
0

Crisi di Governo e Conte Ter. Oggi giornata cruciale nella quale Matteo Renzi ha si ritirato i suoi ministri e il suo sottosegretario dall’Esecutitvo ma sostanzialmente si è fermato a metà del guado evitando di chiudere i conti in modo definitivo ed anzi aprendo ad un nuovo patto di legislatura che passi dalle dimissioni di Conte e da una nuova fiducia a un Conte, appunto il Conte Ter, che sia sostenuto dalla stessa maggioranza, renziani compresi. Una soluzione che potremmo definire “all’italiana”. Il Premier  prende atto della mezza decisione di IV “che si è assunto la grave responsabilità di aprire una crisi di governo e creare un vulnus nelle regole del gioco, nelle regole democratiche”. Conte non salirà al Colle ora, forse lo farà domani, con Mattarella che chiede estrema chiarezza e immediata uscita dal pantano in cui si è precipitata l’attuale fase politica.  Intanto Mastella annuncia che fonderà il partito dei Responsabili e come avevamo ampiamente annunciato nel corso di questi anni ha rotto gli indugi e deciso la sua dimensione è nazionale e che si porrà a capo di un partito vero e proprio, un partito di matrice meridionale, dei “veterani combattenti” e tornare sulla scena che più gli si addice. D’ora ora in avanti, sentenzia, mi occupero’ solo di questo: di mettere in piedi, vista la classe dirigente che sta fallendo, un movimento. Un Movimento di responsabili veri nel paese. Un partito. Lo faro’ insieme ad altri: sara’ un movimento di ‘veterani combattenti’. Con il centro-sinistra che sta cosi’ com’e’ messo ora e con questo sistema elettorale e con i collegi gia’ certificati, voglio vedere se al Sud i collegi li vincono senza di noi. Io l’ho gia’ sperimentata questa cosa con l’Udeur. Prima o dopo, responsabili o meno, ci dovranno chiamare per forza”. Poi sfida Renzi col quale, complice il comune amico Della Valle aveva “flirtato” nell’estate dell’anno scorso. “In Campania io ho preso 105 mila voti, Renzi nella sua Toscana ne ha presi 65 mila. Fate i conti”. Il suo ruolo, assicura, sara’ quello dell’allenatore: “Faro’ l’Inzaghi della situazione”. E sulle alleanze, una sola certezza: “con Salvini mai”. Mastella incalza. “Non capisco l’urgenza di un Conte Ter e non capisco l’appoggio esterno di Renzi”, domanda assai più che legittima. Se si fa un altro Governo Conte con gli stessi contraenti e arrivi a cambiare i ministri del M5S, al Senato i  numeri sono ancora più ballerini e quota 161 diventa davvero problematica. Avrebbero bisogno di Sandra, allude alla moglie (ndr) e allora attenti ad avere la puzza sotto al naso nei confronti dei Responsabili”. Mastella naviga nel pelago a lui assolutamente più congeniale ed è un gigante nei confronti di chi gli sta attorno, va detto. Come gli andrebbe posto, però, il quesito diretto e cioè se in tutto questo amarcord di antiche frequentazioni ci sia ancora spazio per Benevento visto che si approssimano le elezioni amministrative, e cosa ne pensi della sua ricandidatura a sindaco, largamente annunciata, visto che lavorerà solo al partito, sia pure da commissario tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com