breaking news

Crisi di Governo, Conte si dimette e domani va al Colle. Mastella: “non vedo ipotesi di elezioni anticipate”

Crisi di Governo, Conte si dimette e domani va al Colle. Mastella: “non vedo ipotesi di elezioni anticipate”

25 Gennaio 2021 | by Enzo Colarusso
Crisi di Governo, Conte si dimette e domani va al Colle. Mastella: “non vedo ipotesi di elezioni anticipate”
Politica
0

Giuseppe Conte si recherà al Quirinale per dimettersi, aprendo una delicata crisi di governo. Comunicherà prima al Consiglio dei Ministri la sua decisione di lasciare il governo, poi salirà al Colle per la formalizzazione. Classico l’iter che seguirà Mattarella: consultazioni lampo con tutte le forze politiche, dal reincarico al premier uscente per un “ter”, come a parole auspicano Pd,M5s e Leu, fino alla soluzione estrema dello scioglimento delle Camere. Molto probabilmente si andrà verso un Conte Ter. Ore febbrili quindi, soprattutto all’interno della coalizione che fu maggioranza, ma acque agitate anche nel centrodestra, dove si fa più ampia la divisione tra chi, come Forza Italia si dice disponibile a un governo di unità nazionale e chi, invece, come Lega e FdI, guardano già alle urne.

Chi non guarda alle urne è Mastella. “Non credo si vada ad elezioni”, dal momento che “il virus della paura del voto tocca tutti”, maggioranza e opposizione. E Giuseppe Conte rimane l’unico in grado di guidare un nuovo governo per “tenere insieme” anche “le tribù” presenti all’interno del Movimento 5 Stelle. Qualora si prospetti davvero la possibilità di andare al voto, “i Responsabili” in Parlamento “diventerebbero 180, non 160…se invece si cincischia, allora possono diventare anche 156”. Ad ogni modo, “non darei per finita la storia dei Responsabili” e “senza di loro Conte sarebbe stato già fottuto, con 148 voti al Senato”, conclude Mastella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com