breaking news

Benevento| Assoluzione Mastella, le reazioni politiche

12 September 2017 | by Enzo Colarusso
Benevento| Assoluzione Mastella, le reazioni politiche
Politica
0
L’assoluzione del sindaco Mastella sancita dalla sentenza del Tribunale di Napoli e che libera il sindaco di Benevento da una vicenda durata dieci lunghi anni. Non ha concusso Bassolino, il fatto non sussiste. Puntuali arrivano i commenti delle parti politiche e di gruppi consiliari.
Quello di Alternativa Popolare esprime soddisfazione per l’assoluzione da parte del Tribunale nei confronti del sindaco Clemente Mastella. “Resta solo un brutto episodio ma concluso in maniera positiva con la giustizia che ha assolto il Sindaco. A lui va la nostra vicinanza e solidarietà per la vicenda giudiziaria che lo ha visto ingiustamente coinvolto e finalmente dopo quasi un decennio assolto”. Puzio, Franzese e Angela Russo “continueranno ad essere assolutamente al servizio degli elettori che ci hanno votato, continueremo a lavorare, in sinergia con il partito, per attuare  il programma di mandato”.
Tutti i gruppi consiliari che fanno riferimento a Mastella, Noi Sanniti e Lista Mastella salutano “con grande partecipazione e soddisfazione l’assoluzione del sindaco Clemente Mastella. Non solo si chiude una vicenda giudiziaria durata oltre un decennio ma la Città di Benevento e la sua amministrazione comunale acquisiscono nuovo slancio e vigore, frutto dalla confermata stabilità dei suoi vertici istituzionali. Non abbiamo mai nutrito dubbi sull’esito della controversia e nonostante i fatti contestati fossero ben precedenti alla vita politica e amministrativa del Capoluogo, siamo sicuri che la parola fine su questa pagina controversa possa costituire per tutta la comunità dei beneventani un nuovo punto di partenza”.
Al coro di giubilo per la fine positiva della vicenda giudiziaria del sindaco si unisce anche Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto della Uil Avellino/Benevento, che si dice “molto contento dell’assoluzione dell’amico Clemente Mastella, poiché la sentenza mette la parola fine a quasi dieci anni di ingiustizia, durante i quali l’uomo politico ha dovuto subire l’onta del giustizialismo più bieco. Per Luigi Scarinzi non v’erano dubbi sull’assoluzione del sindaco. “Una assoluzione che”, dice Scarinzi, “avrà riverberi positivi anche in sede politica perchè allontanerà definitivamente quei pregiudizi che, altrimenti, avrebbero condotto l’Amministrazione in una condizione di stallo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com