breaking news

Benevento/Niente schermo in piazza, polemica sui diritti tv

Benevento/Niente schermo in piazza, polemica sui diritti tv

6 Giugno 2017 | by Anna Liguori
Benevento/Niente schermo in piazza, polemica sui diritti tv
Attualità
0

“I tentativi di Mastella nel cercare di “taroccare” la sicurezza e la civiltà dei Beneventani risultando, poi, trasgressore della legge e dei diritti televisivi, ci lasciano veramente sconcertati.Il Sindaco, continua a mettere in imbarazzo la Città e lo fa in maniera eclatante!”. A parlare è Giuseppe Schipani dell’Associazione IOXBENEVENTO.” Sembra che il vero motivo che ha fatto scaturire la decisione di Mastella di non far installare il megaschermo a piazza Risorgimento, sia dovuto ad una denuncia poiché la scheda utilizzata domenica scorsa per la visione della finale di andata Carpi – Benevento, pare fosse taroccata. Ovviamente, saremo lieti di una smentita ufficiale anche se risulterebbe già un esposto penale. Insomma, continua lo show, prima del dissesto per la palese incapacità di questa Amministrazione di gestire i conti pubblici in una situazione, è vero emergenziale, ma comunque sanabile ( ma si sa l’Attila system già sperimentato nel comune di Ceppaloni), poi con la gestione e la cura del verde pubblico anche perché indaffarati nella contraerea agli stormi di zanzare, ed ora dovremmo apprendere che la Città non è in grado di garantire la sicurezza pubblica per l’installazione di un megaschermo per consentire alla cittadinanza, in un momento storico e forse irripetibile, di godere di un evento sportivo? Mica stiamo parlando di un rav party o di un raduno di neonazisti? E’ un’offesa allo spirito sportivo di una intera Città, i cui tifosi si sono sempre distinti, anche in trasferta, per lo spirito di civiltà e signorilità.”

E’ vero che come diceva Don Abbondio, “il coraggio se uno non ce l’ha, non se lo può dare”, per cui aspettiamoci in un prossimo futuro, la chiusura del ponte Sabato o del ponte Calore per i noti fatti di Tower Bridge a Londra. Dunque, non ci tocca altro che ringraziare il Sindaco per ledere costantemente la suscettibilità e soprattutto l’immagine di una Città, ove vengono illuminate le inefficienze e oscurate e abbandonate le Mura Longobarde, ove emerge la trasgressione o l’interpretazione personalistica della legge e si utilizzano schede taroccate!

A questo punto, ci aspettiamo che il populista Mastella, in versione De Magistris, per solidarietà a quelle persone che non saranno né allo stadio e né in piazza, se ne stia a casa anche lui e, considerata la negatività della sua gestione amministrativa, speriamo che la cosa possa portare anche bene!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com