breaking news

Montella| L’Asl riattiva il Covid-residence, l’amministrazione comunale: scelta opportuna

Montella| L’Asl riattiva il Covid-residence, l’amministrazione comunale: scelta opportuna

20 Gennaio 2022 | by Redazione Av
Montella| L’Asl riattiva il Covid-residence, l’amministrazione comunale: scelta opportuna
Attualità
0
Condividi

“Nelle settimane scorse è pervenuta al Comune una nota con la quale l’Asl ha comunicato la sua intenzione di voler riattivare il Covid-residence di Montella, di cui, come è noto,  la stessa Asl ha già l’uso avendolo reso operativo e fruibile durante le precedenti ondate pandemiche”. Lo annuncia in una nota l’amministrazione comunale che spiega: “La decisione di riattivare tutti i Covid-residence della provincia era stata anche resa nota, dall’Asl, agli organi di stampa, in considerazione dell’incremento esponenziale dei dati epidemiologici che vedono la provincia di Avellino  fortemente colpita. È una scelta che il Comune di Montella ritiene opportuna, considerato l’innegabile beneficio che tutto il territorio trae dalla presenza del Covid-residence. Il servizio offerto dall’Asl rimane, infatti, un aiuto fondamentale, anzi indispensabile per tutti quei cittadini colpiti dal Covid che non hanno la possibilità di isolarsi dal resto dei propri familiari durante la quarantena. Il Covid residence di Montella può continuare ad offrire un servizio sanitario gratuito, efficiente ed efficace, nonché sicuro, ai pazienti Covid e le cure più adatte fino alla completa guarigione. Tanto premesso, anche al fine di evitare letture arbitrarie o in mala fede degli avvenimenti, diffuse strumentalmente al solo fine di creare nell’opinione pubblica  “un caso “… non corrispondente alla realtà dei fatti , riteniamo che la decisione assunta dell’Asl sia quanto mai necessaria ai fini della tutela della salute pubblica in un momento in cui, di giorno in giorno, aumentano i contagi. La tutela della salute pubblica rimane un obiettivo che tutti, ciascuno per la propria parte di competenza, dovremmo fare nostro e su cui responsabilmente convergere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *