breaking news

Avellino| Scandalo Acs, udienza preliminare lampo: tutto rinviato al 18 gennaio

Avellino| Scandalo Acs, udienza preliminare lampo: tutto rinviato al 18 gennaio

9 Novembre 2016 | by Alfredo Picariello
Avellino| Scandalo Acs, udienza preliminare lampo: tutto rinviato al 18 gennaio
Cronaca
0

Acs, lo scandalo degli scandali ad Avellino, tutto rinviato al prossimo 18 gennaio. Questa mattina, il giudice delle indagini preliminare del Tribunale, Vincenzo Landolfi, era chiamato a stabilire se rinviare o meno a giudizio Maria Stingo, titolare della “Ccse”, cooperativa dei parcheggi; Barbara Matetich, consigliere comunale; Carmine Antonio Ciccarone, avvocato e marito della Matetich; Raffaele Matarazzo e Sergio Festa, così come richiesto dal procuratore aggiunto Vincenzo D’Onofrio. Ma l’udienza è durata cinque minuti, era impossibilitato a partecipare l’avvocato De Maio che difende Matetich e Ciccarone. Tutto rinviato, dunque, al 18 gennaio. Ricordiamo che il consigliere comunale, insieme al marito, è accusato di peculato: la pubblica accusa sostiene che, in concorso con l’ex numero uno della società in house del Comune di Avellino – Amedeo Gabrieli – avrebbe utilizzato il denaro pubblico, avendo a disposizione la carta di credito dell’Acs, per fini personali. Gabrieli, insieme al suo legale, ha depositato la richiesta di giudizio immediato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com