breaking news

Cusano Mutri| Domiciliari sindaco Maturo, il legale “misura ingiusta”

Cusano Mutri| Domiciliari sindaco Maturo, il legale “misura ingiusta”

5 Luglio 2018 | by Maresa Calzone
Cusano Mutri| Domiciliari sindaco Maturo, il legale “misura ingiusta”
Cronaca
0
Condividi

“Come ti metti dopo?” è il nome dell’operazione di polizia che prende spunto proprio dalla  frase con cui Giuseppe Maturo, Sindaco di Cusano Mutri costringeva un imprenditore a pagare delle tangenti. Il sindaco,finito ai domiciliari lo scorso 28 giugno, con l’accusa di concussione in concorso, è stato interrogato dal giudice Gelsomina Palmieri. Maturo,difeso dagli avvocati Antonio Barbieri e Marcello Severino, ha dichiarato al Gip di essere estraneo ai fatti. I legali  hanno chiesto per il proprio assistito la revoca degli arresti domiciliari o l’attenuazione della pena, richiesta rigettata dal Gip.

L’indagine, come si ricorderà,  è partita dalla denuncia di un imprenditore edile,che ha accusato il sindaco di averlo coinvolto in un sistema concussorio. Per la Procura di Benevento,Maturo avrebbe preteso addirittura una tangente pari al 50% sull’importo di uno dei lavori appaltati. La bufera giudiziaria riguarda i lavori in somma urgenza del post alluvione 2015, lavori per un importo di 22 mila euro per la sistemazione della fognatura lungo il torrente Titerno, e altri interventi per un importo di 13 mila euro, per il ripristino dell’alveo del torrente.Maturo inoltre avrebbe preteso dall’imprenditore, l’impiego di persone da lui segnalate per i lavori all’edificio scolastico di Civitella Licinia. Maturo resta ai domiciliari in attesa del riesame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com