breaking news

Torna “Opulentia”, il Festival Culturale della Città Caudina

Torna “Opulentia”, il Festival Culturale della Città Caudina

4 Luglio 2022 | by Alberto Tranfa
Torna “Opulentia”, il Festival Culturale della Città Caudina
Cultura
0

Tutto pronto per la sesta edizione del Festival Culturale “Opulentia”, in scena dal 16 luglio al 11 settembre. Saranno due mesi ricchi di appuntamenti: presentazioni di libri, spettacoli teatrali e musicali e, anche quest’anno, tra gli ospiti della manifestazione caudina spuntano nomi di importanti personaggi del giornalismo e della politica nazionale, ma non solo. Tra questi Andrea Scanzi,Federica Angeli, Luigi de Magistris, La Maschera,Carlotta Proietti, Alessandro Di Battista.

Il ricco cartellone di eventi sarà illustrato alla stampa durante la conferenza che si svolgerà venerdì 8 luglio presso il Green Park (via Variante, Cervinara) alle ore 17,30.

Dopo i saluti istituzionali, sarà il direttore artistico di “Opulentia”, Tommaso Bello, a svelare i dettagli del cartellone. Intanto, Bello ha anticipato che ci saranno ospiti “che lasceranno sicuramente il segno attraverso il confronto e la partecipazione dei cittadini che devono sentirsi parte attiva del festival. Una delle novità di questa edizione – ha spiegato il direttore artistico – è l’adesione della Città Caudina e di altri comuni della valle per lanciare un festival in grado di coinvolgere diversi centri. Abbiamo cercato di ragionare in maniera molto ampia coinvolgendo le amministrazioni comunali e c’è stato un bel riscontro, continueremo su questa scia anche nei prossimi anni”.

Dunque, la vera novità di questa sesta edizione è che la kermesse culturale sarà itinerante: gli appuntamenti faranno tappa in diversi centri della Valle Caudina (Airola, Cervinara, Montesarchio, Paolisi, Rotondi e San Martino Valle Caudina).

La manifestazione è stata patrocinata dall’Unione dei comuni della Città Caudina, dai Comuni di Airola, Cervinara, Montesarchio, Paolisi, Rotondi e San Martino Valle Caudina, dall’Ente Parco Regionale del Partenio e dall’Ente Parco Regionale Taburno Camposauro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *