breaking news

Benevento| Mastella “prigioniero” delle Amministrative

Benevento| Mastella “prigioniero” delle Amministrative

15 Giugno 2021 | by Enzo Colarusso
Benevento| Mastella “prigioniero” delle Amministrative
Politica
0

Clemente Mastella e  le sue uscite a valanga. Il suo cellulare per i giovani che senza nulla a pretendere intendano candidarsi per dare una mano ad una città in sofferenza. Dal suo profilio facebook lancia la campagna. “Chi avesse voglia di impegnarsi lo faccia”, dice il sindaco, che poi mostra i muscoli parlando delle tante liste di cui dispone ma anche degli immancabili appetiti di chi poi rivendicherà. Ancora una volta Mastella ha un guizzo e per di più torna a mettere in guardia gli arraffa arraffa che proseguono a stargli attorno e di cui non si liberò affatto ai tempi delle dimissioni date e poi revocate e di cui ancora si attende il chiarimento. I giovani però, con lui, non hanno avuto gran fortuna. Si ricorderanno i cento imberbi delle Amministrative del 2016 di cui si persero le tracce subito dopo la folgorante vittoria. E tuttavia, Mastella, sia pure visibilmente affaticato, è sempre in condizione di graffiare. Replica ai camper morettiani e alle passeggiate perifanee, recluta i virgulti, mette in guardia gli esosi, assai folti tra le sue fila, fa capire che anche senza eccessiva voglia di riproporsi l’istinto del leone c’è sempre. Certo, pensare ad un ulteriore quinquennio, sempre che vinca, è davvero complicato. Un conto è fare il leader di un partito liquido come Noi Campani, altra cosa è governare una città in agonia in questo mare magno di difficoltà inenarrabili. Al Foglio disse che fare il sindaco non è mestiere per vecchi e che le difficoltà sono quasi inumane, col rischio di cadere in pasto di qualche Procura “nell’esercizio delle sue funzioni”. Vorrebbe riservarsi un ultimo capitolo, e questa volta intestarlo a se medesmo, della sua sontuosa storia politica: un giro parlamentare nel 2023, ma debbono concorrere tutte le circostanze adatte. Per assurgere a tanto è obbligato a concorrere e pure a vincere quando, forse, vorrebbe fare altro, tirare per la giacchetta De Luca quando a Napoli Manfredi lo scarica, tenere a bada il suo ingombrante sodale anche a Benevento perchè De Luca spingerebbe sulla vicesindacatura di De Pierro e pure in pianta stabile e lui sa che ci sono gli eterni delfini che tirano di pinna. D’altra parte la lista di De Pierro con Del Vecchio e Lepore è in itinere da un pezzo. I tre hanno respinto le avance di dialogo dei decariani,  per meglio dire non le hanno nemmeno prese in considerazione, e questo racconta di una scelta ponderata ormai da tempo. La votazione del Bilancio sancirà ufficialmente la liaison che consentirà a Mastella di superare la mancanza dei numeri e tirare avanti fino alla fine della consiliatura. In conclusione: sarà una lunga estate calda per il sindaco, la cui presunta cavalcata verso la riconferma potrebbe riproporre i problemi strutturali che non ha debellato nell’ultimo anno e mezzo. Potrebbe ritrovarsi ancora sulla tolda di comando ma vedere acccresciuti i “succhiaruote”, ipse dixit, che potrebbero rendergli complesso il biennio che lo separa dalle “vacanze romane”. Poi Mastella perde le elezioni e tutto questo sproloquio risulta privo di senso. Misteri di questi tempi liquidi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com