breaking news

Obesità e Covid, binomio pericoloso

Obesità e Covid, binomio pericoloso

4 Marzo 2021 | by Maresa Calzone
Obesità e Covid, binomio pericoloso
Attualità
0

Oggi si celebra la Giornata Mondiale dell’obesità, un appuntamento che quest’anno si carica di una riflessione in più, la correlazione tra le malattie metaboliche e la mortalità per Covid. Da una ricerca condotta dall’organizzazione mondiale della sanità, emerge che 9 decessi su 10 per coronavirus si sono verificati in Paesi con alti livelli di obesità tra la popolazione. Lo studio condotto da medici e scienziati a livello internazionale dimostra che i tassi di mortalità per Covid-19 sono 10 volte
piu’ alti dove almeno il 50% della popolazione è in sovrappeso.
Lo studio offre nuove spiegazioni sul perchè le persone in alcuni posti muoiono a ritmi maggiori dopo aver contratto il virus. Sul fronte delle campagne di vaccinazioni, l’età viene considerata come il fattore che più influisce sugli esiti gravi della malattia, ma la nuova ricerca mostra per la prima volta come l’obesità sia il secondo elemento da prendere in considerazione. Di qui la richiesta di una corsia preferenziale nelle campagne di vaccinazione per chi è in sopvrappeso. Da qui un doppio allarme, intanto per tenere sotto osservazione i malati Covid obesi, e poi attenzionare maggiormente il problema dell’obesità considerata una vera e propria malattia. I Kg di troppo pesano sulle coscienze degli italiani, nel 2021 la dieta è diventata l’obiettivo inseguito da più di un italiano su tre dopo un anno
segnato dal Covid che ha costretto molti a rinunciare all’attivita’ sportiva e rimanere più tempo in casa,dove molto spesso il tempo è stato impiegato a cucinare e quindi mangiare. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè che analizza i cambiamenti dettati dalla pandemia, che ha portato le persone a mangiare di più, anche come forma compulsiva per via dello stress. Il consiglio resta quello di seguire la dieta mediterranea e di praticare attività fisica costante, questo aiuta non solo la linea, ma anche la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com