breaking news

Sant’Agata de’ Goti| Ospedale Sant’Alfonso. I 5 Stelle interrogano il Ministro Lorenzin

Sant’Agata de’ Goti| Ospedale Sant’Alfonso. I 5 Stelle interrogano il Ministro Lorenzin

29 Marzo 2017 | by Vincenzo De Rosa
Sant’Agata de’ Goti| Ospedale Sant’Alfonso. I 5 Stelle interrogano il Ministro Lorenzin
Politica
0

Sant’Agata de’ Goti – L’ospedale Sant’Alfonso Maria de’ Liguori riconvertito in un Polo Oncologico Pluri-Territoriale: è quanto previsto dalla legge regionale approvata lo scorso 5 aprile 2016 il cui iter burocratico però è ancora all’inizio. Della realizzazione del polo oncologico di Sant’Agata de’ Goti ne avevano parlato i sindaci della Provincia di Benevento, su richiesta del primo cittadino santagatese Carmine Valentino, nel corso di una Conferenza dei Sindaci del comprensorio ASL/BN 1 lo scorso febbraio. Adesso, però, la vicenda arriva in Parlamento grazie ad una interrogazione del Movimento 5 Stelle che vede come prima firmataria la deputata Silvia Giordano.

L’istanza presentata al Ministero della Salute Beatrice Lorenzin con la formula dell’interrogazione a risposta in commissione vede come cofirmatari altri 6 parlamentari pentastellati. Silvia Giordano, nell’accogliere le sollecitazioni del Meetup Amici di Beppe Grillo di Sant’Agata de’ Goti, chiede al Ministero  se “sia a conoscenza, anche per il tramite del commissario ad acta, dell’effettiva attivazione di un percorso orientato all’istituzione del polo oncologico, e se possa fornire dati e informazioni sulla sua realizzazione”.

Inoltre, i 5 Stelle chiedono al Ministro Lorenzin “se intenda, per quanto di competenza, anche per il tramite del commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro dai disavanzi sanitari della regione Campania, promuovere iniziative nel senso di quanto deliberato dalla conferenza dei sindaci del territorio sannita, ovvero favorendo la realizzazione di un servizio di medicina nucleare presso l’Azienda ospedaliera Rummo di Benevento e l’istituzione di un Polo oncologico pluri-territoriale all’ospedale Sant’Alfonso Maria dei Liguori di Sant’Agata de’ Goti”.

La risposta del ministero potrebbe aiutare a fare chiarezza su di una vicenda che interessa non solo il territorio di Sant’Agata de’ Goti, ma l’intera Regione Campania. Il Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, inaugurato nel mese di marzo di 7 anni fa, offre infatti assistenza come unico presidio ospedaliero dell’Asl sannita ad una vasto bacino di utenza che abbraccia le province di Benevento e Caserta. E se ad oggi, dopo 7 anni, la struttura non è mai entrata completamente in funzione, l’istituzione di un polo oncologico potrebbe rappresentare un’importante opportunità.

Il problema, però, risiede nell’iter burocratico di una legge regionale che incrocia il suo destino con quello della gestione della Sanità in Campania, con il commissariamento della regione per favorire il rientro dei disavanzi, e quindi con il problema dei fondi destinati all’assistenza sanitaria. L’apertura del polo prevedrebbe, ad esempio, l’assunzione di due oncologi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com